Archivi categoria: GT Open

lacorte

GT Open – Ecco il calendario 2025. Lacorte, one-shot al Paul Ricard

Diffuso il calendario dell’International GT Open 2025. L’Italia sarà ancora una volta rappresentata da Monza, confermata come peraltro tutte le altre venue percorse della serie in questa stagione, ancorchè con qualche spostamento  di data; serie che si appresta a riprendere il prossimo weekend con la gara di durata a Le Castellet.

E proprio al Paul Ricard ci sarà una Ferrari in più in pista, con Roberto Lacorte al volante di una 296 GT3 coi consueti colori Cetilar gestita da AF Corse, in solitaria nella classe AM.

Il deus ex machina di Cetilar Racing ha così commentato:  “E’ un’occasione che si è presentata e che non volevo lasciarmi sfuggire per una serie di motivi. Prima di tutto, il Paul Ricard è una pista bellissima, che mi piace molto e su cui non gareggio ormai da tempo, quindi tornarci era molto allettante. In secondo luogo l’International GT Open è un campionato che ho sempre apprezzato, quindi anche se si tratta di un unicum, mi fa davvero piacere scoprirlo e viverlo in prima persona. L’ultimo aspetto è più personale, ma non meno importante: nello stesso weekend, al Paul Ricard, correrà anche mio figlio Nicola, impegnato nella FRECA. Sicuramente ci vedremo poco, visti i rispettivi impegni, ma sapere che siamo entrambi lì mi fa molto piacere”.

Luca Pellegrini

Foto: GT Open

Il calendario GT Open 2025:

Winter Test: Barcelona-Catalunya – Data TBC

  1. Portimão – 26-/27 Aprile
  2. Spa-Francorchamps – 17/18 Maggio (Endurance)
  3. Hockenheim -07/08 Giugno
  4.  Hungaroring – 05/06 Luglio
  5. Circuit Paul Ricard – 19/20 Luglio
  6. Red Bull Ring -06/07 Settembre
  7.  Barcellona – 20/21 Settembre
  8.   Monza – 18/19 Ottobre (Endurance)
Hun_Start_2

GT Open – Oregon si impone in gara 2 all’Hungaroring

Simon Connor Primm e Leonardo Pulcini con la Lamborghini dell’Oregon Team si impongono nella race 2 dell’Hungaroring dell’International GT Open davanti a Gustav Bergström/Nico Menzel (Car Collection Motorsport Porsche #15) e a Dominik Baumann/Mikaeel Pitamber (SPS Automotive Performance Mercedes #15), nuovi leader del campionato.

Il recap della gara 

Il via è stato movimentato da un contatto tra Vincent Abril (Spirit of Race Ferrari #51), in prima fila  in griglia al fianco di Eliseo Donno (AF Corse Ferrari #25), e la Mercedes #17 Team Motopark di Diego Menchaca. Il leader del campionato è stato protagonista di una partenza perfetta dall’ottava piazzola e ha provato a sorprendere i rivali all’esterno di curva 1 per finire in testacoda col monegasco.

La Safety Car è però entrata in azione nel corso del secondo giro per un contatto in curva 1 tra le altre due Mercedes del Team Motopark: Heiko Neumann con la AMG GT3 #65 ha completamente sbagliato la frenata e non è riuscito ad evitare il teammate Morten Strömsted sulla #95.

Eliseo Donno, in azione questo weekend in sostituzione di Giorgio Sernagiotto, ha gestito il successivo restart precedendo senza particolari problemi David Fumanelli (Racing one Ferrari #11) e Nico Menzel (Car Collection Motorsport Porsche #15). Tutto è rimasto immutato fino alla sosta obbligatoria, ed Alessandro Cozzi ha provato nel secondo spezzone di gara a continuare l’ottimo lavoro del compagno di squadra.

Cozzi ha iniziato però a perdere terreno nei confronti della Porsche #15 di Gustav Bergström, a sua volta in difficoltà contro il ritorno di Leonardo Pulcini (Oregon Team Lamborghini #63) e di Dominik Baumann (SPS Automotive Performance Mercedes #20).

Il portacolori di AF Corse è stato progressivamente recuperato da Bergström, Pulcini e Baumann, con la Lamborghini #63 a beffare lo scandinavo e a portarsi all’attacco del leader.

Le due vetture di testa si sono toccate a 5′ minuti dalla conclusione: la Rossa è finita in testacoda, mentre Pulcini al contrario è uscito indenne e si èinvolata verso la vittoria su Bergström, il quale aveva avuto la meglio su Baumann.

Secondo successo stagionale quindi per Lamborghini ed il Team Oregon, con l’accoppiata di SPS Automotive Performance Mercedes a portarsi al comando della classifica generale con sei punti di scarto nei confronti dell’equipaggio della Mercedes #17 del Team Motopark, composto da Marcos Siebert e Diego Menchaca.

Marco Pulcini ed Eddie Cheever (Spirit of Race Ferrari #27) bissano il successo di ieri  in PRO Am, come anche Kiki Sak Nana/Adam Osieka in classe AM.

Il GT Open tornerà in azione il 20-21 luglio prossimi al Paul Ricard.

Luca Pellegrini

Foto: GT Open

Audi_Hung

GT Open – Hungaroring: gara 1 ad Eastalent

Eastalent Racing svetta nella Race 1 dell’International GT Open all’Hungaroring. Grazie anche al provvidenziale arrivo della pioggia, Christopher Haase e Simon Reicher ottengono la seconda affermazione del 2024, precedendo sotto la bandiera a scacchi Nicola Marinangeli/Vincent Abril (Spirit of Race Ferrari #51) e Diego Menchaca/Marcos Siebert (Team Motopark Mercedes #17).

Il recap della gara

Dominik Baumann (SPS Automotive Performance Mercedes #20) allo spegnimento dei semafori ha subito allungato dalla pole conquistata in mattinata, approfittando anche della lotta per il secondo posto overall tra Eddie Cheever III  (Spirit of Race Ferrari #27) e Karol Basz (Olimp Racing Audi #777).

Il polacco è stato abile a scavalcare nei primi metri Fabian Schiller (GetSpeed Mercedes #9) e Nicola Marinangeli (Spirit of Race Ferrari #51), che lo precedevano in griglia. Bauman ha condotto senza particolari problemi lo schieramento fino al pit obbligatorio, controllando il ritorno di Cheever, mentre Schiller, uno dei più competitivi in pista ed autore del giro più veloce provvisorio, si impossessava della terza piazza ai danni di Basz.

La sosta obbligatoria non ha modificato le carte in tavola con la Mercedes #20 sempre davanti alla Ferrari #55, ora nelle mani di  Mikaeel Pitamber e Marco Pulcini. Decisamente più attardata invece l’Audi #777 Olimp Racing, in difficoltà dopo aver scontato ai box gli handicap di tempo prescritti da regolamento in base ai risultati della Spa 500 di maggio.

Il finale di gara ha però modificato le carte in tavola: la pioggia è infatti diventata la vera protagonista e l’Audi #1 di Eastalent Racing ha iniziato a recuperare con Christopher Haase, all’inseguimento della Top three dopo una lunga lotta contro la Mercedes AMG GT3 del Team Motopark di Diego Menchaca.

Audi ha recuperato su Bartone, in seguito in testacoda e contro le barriere di curva 4, prima di beffare nell’ordine anche Pulcini e Pitamber, quest’ultimo protagonista di un errore nella penultima tornata nell’impegnativo secondo segmento di pista.

Haase, dopo aver respinto il deciso ritorno da parte di Vincent Abril (Spirit of Race Ferrari #51), ha trionfato per la seconda volta in stagione in compagnia di Simon Reicher. Secondo posto per la già citata 296 GT3 #55 di Abril/Nicola Marinangeli, terza con margine sulla Mercedes #17 di Marco Siebert/Diego Menchaca.

L’equipaggio di SPS Automotive, leader della manifestazione fino a 4′ dalla bandiera a scacchi, ha dovuto accontentarsi della quinta piazza  alle spalle della Lamborghini Huracan GT3 EVO2 #63 del Team Oregon di Simon Connor Primm/Leonardo Pulcini.

Sesta piazza overall e successo in Pro/Am per Marco Pulcini/Eddie Cheever III con la Ferrari 296 GT3 #27 Spirit of Race, mentre tra gli AM si impone la Mercedes AMG GT3 #786 GetSpeed di Kiki Sak Nana/Adam Adam Osieka.

Domani in programma Q2 e race-2, rispettivamente alle 9.15 e alle 13.45.

Luca Pellegrini

Foto: GT Open

Merc_Spa

GT Open – La stagione riparte da Budapest

Riparte da Budapest la stagione 2024 dell’International GT Open, in azione dopo una breve pausa dalla sfida di durata di Spa.

Mikaël Grenier ed Al Faisal Al Zubair  (AlManar Racing by GetSpeed Mercedes #77) sono al comando del campionato grazie all’affermazione nelle Ardenne; la coppia, che non corre ogni singolo evento della serie, vanta 53 punti contro i 45 di Alessio Deledda/Jordan Pepper  (Oregon Team Lamborghini #10) e i 44 di  Diego Menchaca/Marcos Siebert (Team Motopark Mercedes #17).

Alcune variazioni nell’entry list per la tappa magiara a partire dal ritorno di Tresor Attempto Racing. La squadra tedesca legata ad Audi, presente anche nel Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS, vedrà in azione Florian Scholze ed Alex Aka, mentre è da rimarcare il debutto assoluto in GT3 con una Mercedes AMG da parte di Zengő Motorsport. Il team locale si appresta per una nuova sfida con Dániel Nagy, binomio consolidato nell’ambito del TCR.

Connor Primm si appresta a gareggiare con Oregon Lamborghini #63 al posto di Rolf Ineichen, ancora out dopo il violento impatto avvenuto durante le qualifiche di Spa.

Vista la concomitanza con l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship mancheranno all’appello Giorgio Sernagiotto e Tijmen van der Helm. L’italiano sarà sostituito da Eliseo Donno a bordo della Ferrari 296 GT3 AF Corse #25, mentre il tedesco Emil Persson è atteso con la Porsche 911 GT3 R (992) di Car Collection Motorsport #7.

Il format dell’Hungaroring torna quello standard con in programma Sabato 22 giugno Q1 e race-1 e domenica 23 Q2 e race-2.

Luca Pellegrini

Foto: GT Open

Spa_GT24_Start

GT Open – AlManar Racing torna a vincere alla Spa 500

Merc17_Spa

GT Open – Menchaca e Siebert in pole a Spa

Diego Menchaca e Marcos Siebert svettano nelle qualifiche dell’International GT Open a Spa-Francorchamps. I portacolori del  Team Motopark dominano la scena nella classifica combinata di Q1 e Q2 precedendo l’altra Mercedes dell’AlManar Racing by GetSpeed di Al Faisal Al Zubair e Mikaël Grenier.

Gustav Bergström/Nico Menzel (Car Collection Motorsport Porsche #15) partiranno dalla terza piazzola al fianco dell’Aston Martin #21 del ComToYou di  Matisse Lismont/Lorens Lecertua.

Marcos Siebert si è distinto ottenendo il best lap in Q1, mentre l’Audi #1 di Eastalent Racing ha fatto la differenza nella Q2 grazie all’ottima prestazione da parte del vicecampione 2023 Christopher Haase.

Da segnalare una lunga red flag durante la prima parte della sessione in seguito ad un incidente all’uscita dell’Eau Rouge da parte della Lamborghini #63 di Rolf Ineichen, fortunatamente senza conseguenze per il pilota.

Domani la prima delle due sfide di durata della stagione, sulla distanza delle 2h e 40 minuti con partenza alle 11.35.

Luca Pellegrini

Foto: GT Open

Spa_GT_Start

GT Open – La Spa 500 attende 36 auto nel weekend

Circuito di Spa-Francorchamps ancora protagonista nel weekend per la Spa 500, terzo round dell’International GT Open 2024, prima delle due prove di durata in calendario, con la seconda che chiuderà la stagione a Monza.

La gara avrà una durata di 2h40 minuti con tre pitstop obbligatori da effettuare in tre specifiche fasi (33-47, 73-87 e 113-127 minuti). In base ai risultati, l’handicap di tempo verrà applicato nell’ultimo pit. Gli organizzatori hanno chiarito che non vi sarà la possibilità di effettuare doppi stint.

Diego Menchaca/Marcos Siebert (Team Motopark Mercedes #17) sono provvisoriamente al comando del campionato con 34 punti  contro i 28 d  Mikaeel Pitamber/Dominik Baumann (SPS Mercedes #20) ed i 24 di  Simon Reicher/Christopher Haase (Eastalent Racing Audi #1).

Da segnalare l’ingresso di alcune new entry nell’entry list come Lionspeed Herberth, Earl Bamber Motorsport  e Triple Eight Race Engineering. Tra i primi avremo il vincitore della prova di Spa 2023 in PRO-Am, Antares Au, atteso in compagnia dell’enfant du pays  Alessio Picariello invece che di Matteo Cairoli come lo scorso anno.

EBM, squadra che gareggia con Aston Martin nel Fanatec GT World Challenge Asia Powered by AWS, porterà in azione il malese Adrian D’Silva e il neozelandese Brendon Leitch, mentre la compagine australiana scommetterà su Jordan Love e  Jefri Ibrahim.

Tutti i team citati hanno optato di gareggiare nel GT Open dopo aver presenziato ai test della 24h di Spa del GTWC Europe disputatisi martedì e mercoledi. Della partita anche l’Aston Martin di ComToYou Racing Aston Martin con i giovani talenti belgi Matisse Lismont  e Lorens Lecertua.

Ricordiamo che la griglia di partenza sarà determinata dal tempo medio sul giro di ogni vettura risultante dal miglior tempo di ciascun pilota nella rispettiva sessione, che si disputeranno nella giornata di sabato 25 maggio. La gara, che assegnerà punteggio doppio, partirà alle 12.00 di domenica 26 maggio.

Luca Pellegrini

Foto: GT Open

L’entry list di Spa

Hock_Start1

GT Open – Ad Hockenheim, successi di Lamborghini ed Audi

Alessio Deledda e Jordan Pepper sulla Lamborghini Oregon e Simon Reicher e Christopher Haase sull’Audi Eastalent si dividono nel weekend il bottino ad Hockenheim, secondo atto dell’International GT Open 2024. Diego Menchaca e Marcos Siebert agguantano la leadership provvisoria del campionato.

Race-1

Fabian Schiller (GetSpeed Mercedes #9) ha controllato come da copione la prima parte della competizione più lunga del week-end davanti a Jordan Pepper (Oregon Team Lamborghini #10). Il sudafricano ha ceduto il volante ad Alessio Deledda durante i pit stop obbligatori, il quale si è ritrovato al secondo posto alle spalle di Anthony Bartone, subentrato a Schiller.

L’ordine di arrivo sembrava deciso ma tutto è cambiato a 17′ dalla fine per un contatto nell’ultima curva tra l’Audi #75 di ISR Racing e la Porsche #12 di Car Collection Motorsport. La Safety Car, la seconda di giornata dopo un problema per la Ferrari #11 di Racing One, ha ricompattato lo schieramento, permettendo a Deledda di impensierire Bartone.

Hock_Win1

L’ex DTM non ha perso occasione per portare la propria Lamborghini #10 al vertice e chiudere al comando;  successivamente Bartone ha ceduto di schianto, lasciando spazio sul podio alla Mercedes #17 del Team Motopark di Diego Menchaca e Marcos Siebert e alla Ferrari #51 di Spirit of Race di Nicola Marinangeli/Vincent Abril.

Quarta piazza overall e prima in PRO Am per Marco Pulcini/Eddie Cheever (Spirit of Race Ferrari #27), mentre Kiki San Nana/Adam Osieka, padroni della scenain AM con GetSpeed Mercedes #786.

Race-2

Christopher Haase (Eastalent Racing Audi #1) è stato il re della prima parte di gara davanti ad Eddie Cheever #27 ed alla Ferrari 296 GT3 #11 di Luca Ludwig (Racing One). L’avvio di gara è stato però reso caotico dal contatto fra quattro macchine. Dopo quattro tornate é stata poi chiamata in causa la Safety Car a causa del contatto fra Lamborghini #63 di Oregon di Wallenwein e la Ferrari #51 di Vincent Abril.

Hock_Flag2

La ripartenza non ha modificava la leadership, con Simon Reicher a completare poi dopo il pitstop il lavoro degli uomini di Eastalent, imponendosi davanti alla Mercedes #17 Team Motopark ed alla coppia composta da Gustav Bergström/Nico Menzel (Car Collection Motorsport Porsche #15).

Hock_podium2

SPS Automotive Performance Mercedes #20 e Oregon Team Lamborghini #10 hanno concluso nell’ordine precedendo Ernst Kirchmayr/Luca Ludwig #11, vincitori in PRO AM. Da segnalare infine la conferma di Mercedes tra gli AM, questa volta con la coppia composta da Heiko Neumann/Timo Rumpfkeil (Team Motopark #65).

In campionato, Diego Menchaca e Marcos Siebert conducono con 34 punti contro i 28 di Mikaeel Pitamber e Dominik Baumann ed i 23 dei vicecampioni in carica Christopher Haase e Simon Reicher.

Breve pausa ora per il GT Open che tornerà già tra due settimane con la prima competizione endurance del 2024 a Spa-Francorchamps.

Luca Pellegrini

Foto: GT Open

Port_Gara2 open 2

GT Open – Hockenheim protagonista nel weekend per il secondo atto 2024

Nel weekend pregno di eventi riparte dalla Germania e da Hockenheim la stagione 2024 dell’International GT Open, iniziata da Portimao appena due settimane or sono.

Mikaël Grenier e Al Faisal Al Zubair (Al Manar GetSpeed Mercedes #77), assenti in Germania in quanto non committati per tutta la stagione, guidano la classifica generale dopo l’affermazione nella Race-2 dell’Algarve. La coppia vanta 23 punti contro i 19 di Anthony Bartone/Fabian Schiller (GetSpeed Mercedes #9), primatisti nel primo round. Seguono al terzo posto  Mikaeel Pitamber/Dominik Baumann (SPS automotive performance Mercedes #20) con 15 punti all’attivo dopo due corse disputate.

Il 2024 segna peraltro un gradito ritorno della serie continentale dell’impianto del Baden-Württemberg, assente dal 2019.

Nell’entry list, composta da 32 auto, sono da rimarcare la presenza tra i Pro/Am di Leipert Motorsport con una Lamborghini che verrà affidata a Maciej Blazek/Mark Wallenwein e, sempre nella stessa classse, di un cambio di line-up per la Mercedes di Villorba, dove Michaël Blanchemain verrà accompagnato dal vincitore dell’ultima 4h Le Castellet, Vlad Lomko, visti gli impegni concomitanti di Jim Pla nel FFSA GT a Ledenon.

Sempre nella classe più numerosa, con ben 17 contender, occhio alle Ferrari di Spirit of Race, con Marco Pulcini ed Eddie Cheever, e di AF Corse, con Alessandro Cozzi e Giorgio Sernagiotto, vincitrici di un round ciascuna nel season opener.

L’appuntamento in pista è per le 10.29 di venerdí 10 maggio con le prime libere. Sabato 11, in programma qualifiche e gara-1; domenica 12 si ripete per gara-2.

Luca Pellegrini

Foto: GT Open

ALZub_Port_GT

GT Open – AlManar Racing by GetSpeed guida la tripletta Mercedes a Portimao

Mikaël Grenier e Al Faisal Al Zubair vincono la race-2 di Portimao dell’International GT Open con la Mercedes dell’AlManar Racing by GetSpeed davanti alle altre due AMG GT3 di Mikaeel Pitamber/Dominik Baumann  (SPS Automotive Performance Mercedes #20) e Diego Menchaca/Marcos Siebert (Team Motopark Mercedes #17).  Alessandro Cozzi e Giorgio Sernagiotto (AF Corse Ferrari #25) primeggiano in PRO AM.

Il recap della gara

Dominik Baumann  (SPS Automotive Performance Mercedes #20) è scattato bene dalla pole conquistata in mattinata insieme a Mikaël Grenier  (AlManar Racing by GetSpeed Mercedes #77). I due hanno subito preso il largo su Christopher Haase (Eastalent Racing Audi #1) e Marcos Siebert (Team Motopark Mercedes #17). Negativo avvio invece da parte di Nico Menzel (Car Collection Motorsport Porsche #15) dalla prima fila.

Grenier ha poi avuto la meglio su Baumann e ha concluso al comando lo stint iniziale, con l’AMG #20 impegnata a rintuzzare gli attacchi di Haase prima del pit obbligatorio.

La sosta ai box ha confermato in vetta l’auto #77, ora con Al Faisal Al Zubair  davanti a Mikaeel Pitamber #20 e a Simon Reicher #1 e Diego Menchaca con la Mercedes #17 del Team Motopark. Quest’ultimo si impossessava della terza piazza ai danni dell’Audi del team campione in carica.

Il finale non ha cambiato le carte in tavola, anche a causa di due Safety Car che hanno neutralizzato la lotta per le posizioni di vertice: dopo un problema per AF Corse Ferrari #51, la gara è stata poi chiusa anticipatamente a seguito di una carambola in curva 1 che ha escluso GetSpeed Mercedes #6, AF Corse Ferrari #55 e Team Motopark Mercedes #65.

Affermazione quindi e leadership provvisoria del campionato per Mikaël Grenier/Al Faisal Al Zubair  (AlManar Racing by GetSpeed Mercedes #77), meritatamente a segno davanti a SPS Automotive Performance Mercedes #20 e Team Motopark Mercedes #17.

Eastalent Racing Audi #1, Car Collection Motorsport Porsche #15, Oregon Team Lamborghini #63 e GetSpeed Mercedes #9 concludono nell’ordine la prima parte della graduatoria, AF Corse Ferrari #25 ottiene il successo in PRO AM grazie all’ottima prestazione da parte di Alessandro Cozzi/Giorgio Sernagiotto.

La 296 GT3 del team di Amato Ferrari ha preceduto nella classe Marco Pulcini/Eddie Cheever III (Spirit of Race Ferrari #27) e Michael Blanchemain/Jim Pla (Scuderia Villorba Corse Mercedes #69). Menzione d’onore anche per Giuseppe Cipriani, vincitore in AM con la Lamborghini del Barone Rampante.

Prossima tappa dell’International GT Open ad Hockenheim fra due settimane.

Luca Pellegrini

Foto: GT Open