Archivi categoria: ELMS

Iron_P2

ELMS – Cairoli sull’Oreca di Iron Lynx-Proton

Novità di spicco quella annunciata poco fa nell’ambito dell’European Le Mans Series: Matteo Cairoli debutterà nella serie europea con l’Oreca LM P2 di Iron Lynx-Proton.

Insieme al comasco, già ingaggiato per disputare le gare lunghe della Michelin Endurance Cup con la nuova SC63 Hypercar a partire da Sebring, oltre al già annunciato Jonas Ried, salirà il giovane Macéo Capietto, 18enne francese con esperienze in monoposto.

Iron Lynx è attesa nella serie europea anche con una Lamborghini Huracàn GT3, sulla quale è stato fin qui confermato il solo Hiroshi Hamaguchi.

Piero Lonardo

Foto: Iron Lynx

_PL55413

ELMS – Vector Sport con Aubry, Cullen e Richelmi. Bijoy Garg completa per United Autosports. Iron Dames su Porsche

Vector Sport, dopo la chiusura del rapporto con Isotta Fraschini, ha scelto la strada della continuità per la prossima stagione nell’European Le Mans Series: due dei tre piloti scelti per condurre l’Oreca LM P2 #10 hanno infatti già avuto esperienze col team di Gary Holland.

Ryan Cullen sarà infatti alla terza stagione con la squadra britannica dopo due stagioni nel WEC coronate dal terzo posto di Monza nel 2022, mentre Gabriel Aubry ha partecipato alla campagna 2023. Il 25enne transalpino ha all’attivo in totale ben quattro stagioni complete e sei partecipazioni alla 24 Ore di Le Mans, con l’highlight del settimo posto assoluto, secondo di categoria, nel 2019 col Jackie Chan DC Racing. Da segnalare anche i successi di categoria negli States col PR1/Mathiasen a Watkins Glen nel 2019 e alla Petit Le Mans del 2021 col Tower Motorsport.

A completare la line-up un ex-campione di categoria, Stéphane Richelmi. La stagione top del monegasco rimane finora il 2016, con la conquista del titolo di categoria e la vittoria a Le Mans, sempre con l’Alpine. Le strade del monegasco e di Aubry si sono poi incrociate nella Super-Season WEC del 2018-2019, terminata al secondo posto di categoria proprio dietro l’Alpine.

Il programma con Vector Sport non impedirà a Richelmi di proseguire i collaudi della Mission H24, cui si sta dedicando dal 2021.

Garg

Sarà Bijoy Garg invece a completare i ranghi per United Autosports. Il 21enne californiano lo scorso anno si è classificato al primo posto nell’IMSA VP Racing SportsCar Challenge col JR IIII Racing, squadra con la quale ha anche debuttato nel WeatherTech SportsCar Championship, vincendo la categoria all’ultima Petit Le Mans.

Garg, che si unirà a Paul di Resta e Fabio Scherer sull’Oreca #23, ha già debuttato nella categoria a Daytona e parteciperà ai restanti round della Michelin Endurance Cup. Ricordiamo che le altre due vetture del team di Richard Dean e Zak Brown nella serie europea saranno affidate a Ben Hanley, Marino Sato e Filip Ugran e a Oliver Jarvis, Andy Meyrick e Daniel Schneider.

Cottingham

Frattanto United Autosports va a chiudere anche un altro tassello dei suoi equipaggi per il WEC ingaggiando James Cottingham su una delle due McLaren 720S GT3 Evo. Il vicecampione in carica del British GT andrà ad affiancare il già annunciato Grégoire Saucy sulla vettura #59; ancora ignoti invece, a due settimane dal Prologo in Qatar, i coequipier di Marino Sato sulla #95.

_PL58396

Tornando alla serie europea, ritornano in azione le Iron Dames, con l’equipaggio protagonista nelle ultime stagioni anche nel WEC, formato da Michelle Gatting, Rahel Frey e Sarah Bovy. Ricordiamo che l’effort in rosa sarà in azione, a differenza sia del WEC che dell’IMSA, su una Porsche 911 GT3 R gestita da Proton.

Piero Lonardo

Foto: Piero Lonardo, United Autosports

Peugeot 2024

WEC – Shuffle negli equipaggi Peugeot. Doppio impegno per Di Resta con l’ELMS

Presentata oggi la line-up di Peugeot Sport per la prossima stagione del World Endurance Championship. Mantenuto lo stesso organico ma, approfittando dell’inserimento di Stoffel Vandoorne, la squadra ha avuto l’opportunità di rivedere la composizione degli equipaggi delle due 9X8 Hypercar.

A partire dal Prologo in Qatar infatti saranno Mikkel Jensen, Nico Müller ed Jean-Eric Vergne ad allinearsi sulla vettura #93, mentre Paul Di Resta, Loïc Duval e Stoffel Vandoorne si alterneranno sulla #94.

Quindi scambio di sedile fra Müller e Di Resta, il quale peraltro sarà anche occupato in ELMS, avendo ereditato il sedile di Filipe Albuquerque, inizialmente annunciato sull’Oreca LM P2 #23.

_PL58775

Prosegue inoltre il percorso della stellina Malthe Jakobsen, nominato pilota di riserva per la prossima stagione.

Olivier Jansonnie, direttore tecnico di Peugeot Sport, ha cosí commentato la decisione: “Lo standard nel FIA WEC è tale che non ci si può permettere di trascurare qualsiasi aspetto, cosí abbiamo lavorato durante la off-season per migliorare in ogni aspetto. La composizione degli equipaggi è un pezzo importante del mosaico e dopo aver studiato i dati di test e delle gare, ci siamo convinti che dovevamo affinare le line-ups. Siamo fortunati ad avere sei piloti di talento, cosí abbiamo deciso di ottimizzare ogni macchina raggruppando i piloti in termini di preferenze nel set-up, allo scopo di migliorare le performance.”

Piero Lonardo

Foto: Peugeot, Piero Lonardo

Ghiotto_GD

ELMS – Ghiotto debutta con Inter Europol. Costa passa a Nielsen Racing

Luca Ghiotto debutterà nell’European Le Mans Series con Inter-Europol. Il pilota veneto correrà con un’Oreca LM P2 insieme ai già annunciati Clement Novalak ed Ollie Gray.

Ghiotto, dopo quattro stagioni complete nel FIA F2, con l’highlight del terzo posto nel 2019, si è diviso fra varie categorie GT ed endurance, debuttando tra l’altro anche nel FIA WEC con la Ginetta LM P1 al Fuji nella Super-Season 2018-19.

Dopo l’esperienza nel GTWC con Tresor by Car Collection nel 2022 e l’incarico di collaudatore per Nissan in Formula E, torna quindi a gareggiare full-time in una serie prestigiosa con una compagine che punta al titolo, anche con l’altro equipaggio composto da Sebastian Alvarez, Tom Dillmann e Vladislav Lomko, dopo la strepitosa vittoria di Le Mans fra le LM P2 dello scorso anno.

Nielsen12

E proprio uno dei protagonisti di quell’impresa, Albert Costa, farà parte dell’equipaggio schierato da Nielsen Racing fra le LM P2 Pro/Am. Il 33enne catalano farà squadra con John Falb, già campione della sottocategoria nel 2021 con Algarve Pro Racing, ed il fido Colin Noble.

La seconda Oreca del team, iscritta fra i pro, vede già Will Stevens – il quale sostituirà anche l’indisponibile Ferdinand Habsburg, impegnato con i test dell’Alpine hypercar, nell’ultimo doppio weekend dell’Asian Le Mans Series – e Nico Pino, in attesa del terzo pilota che verrà annunciato a breve.

Piero Lonardo

Foto: Luca Ghiotto FB page, Nielsen Racing

Cool47

ELMS – Gran colpo Cool Racing, che ingaggia Vesti e Habsburg

Cool Racing continua a stupire, mettendo a segno sempre nuovi colpi di mercato. La compagine svizzera, una delle serie candidate al titolo continentale europeo, si porta a casa nientemeno che il vicecampione in carica della F2, Frederik Vesti, e l’ex-titolato WEC ed ELMS tra le LM P2, Ferdinand Habsburg.

Per il 21enne danese, in lotta per il titolo fino all’ultimo weekend del 2023 nella formula cadetta grazie alle 6 vittorie ottenute, si tratta del debutto assoluto tra i prototipi e nell’endurance in generale.

I due vanno a completare l’equipaggio dell’Oreca LM P2 #47, iscritta all’European Le Mans Series per un altro campione in carica, Alex Garcia, reduce dal successo pure nella serie europea tra le LM P3 sempre per Cool Racing.

L’altra LM P2 del team come noto sarà affidata in ELMS al protegè Toyota, Ritomo Miyata, alla stellina Malthe Jakobsen, già in orbita Peugeot, e a Lorenzo Fluxa. Quest’ultimo sarà al volante di un’altra Oreca insieme ad Alexandre Coigny e a Vladislav Lomko nei prossimi round dell’Asian Le Mans Series di Dubai e Abu Dhabi.

Cool_Asian

Piero Lonardo

Foto: Cool Racing

Spike1

IMSA/ELMS – Ecco “Spike”, la nuova mascotte di AO Racing. Proton presenta la forza per Daytona

Presentato poco fa “Spike”, il drago oro e porpora che fungerà da mascotte sulla livrea dell’Oreca LM P2 schierata nel WeatherTech SportsCar Championship da AO Racing. L’equipaggio ricordiamo sarà formato da PJ Hyett, Paul-Loup Chatin, Matthew Brabham ed Alex Quinn.

Spike2

AO Racing ricordiamo sarà protagonista nella serie americana anche in GTD Pro con una Porsche 911 GT3 R per Sebastian Priaulx, Laurin Heinrich e Michael Christensen.

TF_AO_ELMS

Il team di PJ Hyett sarà inoltre impegnato anche nell’European Le Mans Series, dove unirà le forze con TF Sport: insieme al già annunciato Robert Kubica, saranno della partita Louis Deletraz e Jonny Edgar. Deletraz e Kubica riproporranno l’accoppiata trionfatrice tra le LM P2 nel WEC, affiancati dalla giovane promessa britannica, proveniente dal vivaio Red Bull.

Proton_Daytona

Resi noti anche gli equipaggi completi di Proton Competition per la 62ma Rolex24 at Daytona. La squadra tedesca, che si presenterà nuovamente in GTP con la sua Porsche 963 sponsorizzata da Mustang Sampling, si affiderà nuovamente all’esperienza del nostro Gianmaria Bruni e di Neel Jani, i quali verranno affiancati da un altro coequipier d’eccezione, quel Romain Dumas, vincitore a Le Mans nel 2016, alla decima partecipazione alla classica della Florida, da cui manca dal 2019.

A completare la line-up Alessio Picariello, alla prima esperienza sui prototipi dopo le esperienze con le GTE che sono valsi due titoli ELMS nel 2020 e nel 2023. L’italo belga non è però estraneo al banking di Daytona, dove ha corso nel 2022 con la 911 GT3 R del WeatherTech Racing.

Il team di Christian Ried sarà presente anche con una nuova Ford Mustang GT3, che sarà affidata a Ryan Hardwick, Dennis Olsen, Giammarco Levorato, e Corey Lewis. Levorato, pur’egli reduce da un’ottima stagione nella serie europea coronata dalle vittorie al Paul Ricard ed in Algarve, sarà protagonista di tutta la stagione al fianco di Lewis tra le GTD, con Hardwick quale terzo pilota nelle gare lunghe della Michelin Endurance Cup.

Le operazioni a Daytona inizieranno venerdì 19 gennaio con la Roar Before the 24, i test collettivi obbligatori, che si protrarranno sino a domenica 21 con le qualifiche della Rolex 24.

Piero Lonardo

Foto: AO Racing, TF Sport, Proton Competition

Scherer

WEC/IMSA/ELMS – Le ultime del 2023: Scherer torna in United Autosports, la nuova livrea di Pfaff Motorsports, gli equipaggi di High Class e DragonSpeed e la Peugeot con l’ala.

Fabio Scherer torna in United Autosports: il 24enne pilota svizzero affiancherà in European Le Mans Series Filipe Albuquerque, col quale ha già condiviso il volante nel WEC 2021, ottenendo due vittorie a Spa e a Monza nelle LM P2, in attesa del terzo nome che completerà l’equipaggio.

Scherer è reduce da un secondo posto nella stagione appena conclusa nella classe cadetta della serie mondiale, con l’highlight del successo a Le Mans con Inter-Europol.

Pfaff_livrea

Dal Canada invece la nuova livrea di Pfaff Motorsports per la nuova McLaren 720S GT3 Evo che verrà schierata nella GTD Pro del WeatherTech SportsCar Championship per Oliver Jarvis e Martin Kirchofer, più l’enfant du pays James Hinchliffe nelle gare lunghe della Michelin Endurance Cup ed Alexander Rossi a Daytona. Quasi invisibile ora il “plaid” nelle fiancate, a far largo ai colori dominanti utilizzati in America dal marchio di Woking, l’iconico arancio papaya e l’azzurro.

MDK_HighClass

Sempre dagli States, High Class Racing ha finalizzato la line-up per Daytona, aggiungendo Scott Huffaker e Laurents Hörr sulla sua Oreca LM P2 gestita in partnership con MDK Motorsports. Hörr coadiuverà i full season Seth Lucas e Dennis Andersen nella MEC.

A Daytona vi sarà un’Oreca LM P2 in più per DragonSpeed, che è stata ammessa all’ultimo momento a seguito del forfait proprio di una delle Porsche dell’MDK. Per il team di Elton Julian, che a questo punto ha dichiarato di voler essere presente anche negli altri appuntamenti di durata della serie, saranno presenti Eric Lux, James Allen e Kyffin Simpson. Questi ultimi ricordiamo sono reduci dal titolo ELMS conquistato con Algarve Pro Racing, serie che curiosamente non ha ammesso nell’entry list la squadra battente bandiera statunitense.

Schermata 2023-12-31 alle 10.58.16

Infine lo scoop del momento, le prime immagini della Peugeot hypercar con l’ala posteriore. Da Le Castellet le immagini di un breve video social carpito dall’esterno mostrano distintamente la presenza del particolare sulla 9X8. Ricordiamo che l’alettone posteriore era già stato oggetto di comparazione a fine 2021, ancorchè giubilato nel debutto mondiale dell’anno successivo e per tutta la stagione 2023.

DeFerran_ALMS

Un ultimo istante per ricordare Gil de Ferran, scomparso improvvisamente ieri per un malore. Il 56enne brasiliano, tornato di recente in McLaren quale consulente, oltre alla vittoria alla Indy 500 del 2003 ed i due titoli CART del 2000 e del 2001, dopo un primo ritiro è poi tornato al volante nelle gare di durata dell’American Le Mans Series con un proprio team nel 2008

Con le Acura LM P1 ha sfiorato il successo nella stagione successiva insieme a Simon Pagenaud, giungendo secondo alle spalle di Scott Sharp e David Brabham con l’altra ARX-02a del Patrón Highcroft Racing.

Piero Lonardo

Foto: United Autosports, Pfaff Motosports, High Class Racing, TikTok, ALMS

IDEC-2024

ELMS – Van Uitert e De Gerus, volti nuovi in IDEC. Sato e Ugran per United Autosports

Cambio della guardia in IDEC Sport: saranno infatti Job Van Uitert e Reshad De Gerus ad affiancare Paul Lafargue nella prossima stagione dell’European Le Mans Series.

Con il fido Paul-Loup Chatin a dividersi tra WEC, col ritorno in Alpine per guidare la nuova Hypercar, ed IMSA con AO Racing per ribadire la supremazia tra le LM P2, e Laurents Hörr pure destinato ad altri lidi, la squadra transalpina ha optato per due piloti giovani ma con esperienza della serie.

Van Uitert ad appena 25 primavere è infatti alla settima stagione in ELMS. Al titolo LM P3 conquistato nel 2018 hanno fatto seguito tre secondi posti assoluti ed il terzo posto dello scorso anno con Panis Racing con quattro podi su sei gare.

Il 20enne della Rèunion invece si appresta alla sua terza esperienza dopo la stagione parziale del debutto con Duqueine nel 2021 ed il secondo stint con Cool Racing lo scorso anno che ha fruttato un solo podio a Spa.

1000_3000_fit_elms__sato_and_ugran_iEoZ9p0dKE

United Autosports invece rinnova con Marino Sato ed introduce Filip Ugran. L’ex-F2, già arruolato per il WEC sulla McLaren 720S GT3, è reduce da ben tre successi nella stagione di esordio della serie europea, che sono valsi il secondo posto finale in graduatoria.

Ugran, dopo aver disputato le ultime due gare del 2022 con Algarve Pro Racing, è stato parte integrante dell’effort Prema nella scorsa stagione del WEC, senza però mai raggiungere il podio.

I due si uniranno a Ben Hanley sull’Oreca LM P2 #22, mentre sono ancora sconosciuti i compagni di viaggio di Filipe Albuquerque sulla seconda vettura del team.

L’European Le Mans Series ricordiamo partirà l’8/9 aprile a Barcelona col consueto Prologo.

Piero Lonardo

Foto: IDEC Sport, United Autosports

ELMS_grid

ELMS – Ancora 43 macchine in griglia per il 2024

Diffusa poco fa la lista delle macchine iscritte all’European Le Mans Series 2024. Mantenuta la capacità di 43 vetture totali, con ben 22 LM P2, tutte Oreca ovviamente, di cui 8 Pro/Am.

ELMS_P2

Ben tre le entry di United Autosports, due tra i pro e una Pro/Am, team che ha appena confermato la presenza di Filipe Albuquerque, uno dei due soli piloti fin qui confermati insieme a Ben Hanley per la squadra diretta da Richard Dean e Zak Brown sulle macchine Pro. Sulla terza vettura invece quest’anno sarà Oliver Jarvis a fare squadra con Andy Meyrick e Daniel Schneider.

Altre due le squadre che raddoppiano nella categoria top sono Cool Racing, che fin qui ha confermato Alejandro Garcia e Malthe Jakobsen,  quest’ultimo sulla #37 insieme a Lorenzo Fluxa e a Ritomo Miyata, ed Inter Europol Competition, che passa a full-pro con Kuba Smiechowski insieme a Jonathan Aberdein e all’ex-F2 Clément Novalak sulla macchina #34, mentre l’ex-Vanwall Tom Dillmann farà squadra sulla #43 con Vladislav Lomko e Sebastian Alvarez.

Altre due squadre invece proporranno una vettura anche in Pro/Am: si tratta dei campioni in carica di Algarve Pro Racing, che tenteranno il back-to-back ripresentando Alex Lynn insieme all’ex-Alpine Inter-Europol Olli Caldwell e a Matthias Kaiser sulla vettura Pro mentre sulla macchina Pro/Am sappiamo che si accomoderanno Kriton Lendoudis e Richard Bradley, e Nielsen Racing, con il pilota Jota e Jaguar F.E, Will Stevens, insieme alla promessa Nico Pino sulla vettura Pro e John Falb e Colin Noble sulla Pro/Am.

Tra le poche novità in tema di squadre, va segnalata la presenza, già annunciata in precedenza, di Vector Sport, che riproporrà Gabriel Aubry e Ryan Cullen, e di Iron Lynx-Proton, con un programma per Jonas Ried. Proton Competition sarà presente in autonomia con una vettura anche in Pro/Am per Giorgio Roda oltre che, come vedremo, tra le GT3. L’altra entità associata al team di Christian Ried, AO Racing, formerà invece una nuova partnership con TF Sport con nientemeno che Robert Kubica quale prima guida.

Altri ingaggi fin qui noti fra i Pro riguardano Duqueine con James Allen e Carl Wattana Bennett, quest’ultimo già visto a Sepang, Panis Racing col ritorno di Manuel Maldonado e IDEC Sport che ancora una volta farà capo a Paul Lafargue.

ELMS_P2Proam

AF Corse dal canto suo difenderà il titolo Pro/Am con François Perrodo, Matthieu Vaxiviere ed Alessio Rovera. Sempre tra le Pro/Am, va segnalato il ritorno del TDS in partnership con Richard Mille per Rodrigo Sales, Gregoire Saucy e Mathias Beche, mentre gli equipaggi che saliranno sulle vetture di DKR e Team Virage faranno capo a Tom Van Rompuy e a Rob Hodes e Ian Rodriguez rispettivamente.

ELMS_P3

10 le LM P3, categoria dove non sono presenti nuovi team e solo entry singole salvo RLR MSport, con i soli James Dayson e Horst Felbermayr Jr al momento confermati.

Entry singole invece a partire dai campioni in carica di Cool Racing, che si presentano con Manuel Espirito Santo, Miguel Cristóvão e Cédric Oltramare. Eurointernational ci riproverà nuovamente con Matthew Richard Bell ed Adam Ali, terminati al secondo posto in classifica nel 2023.

Line-up immutata anche per il Racing Spirit of Léman con Jacques Wolff, Antoine Doquin e Jean-Ludovic Foubert e per il WTM by Rinaldi con Torsten Kratz, Leo Weiss ed Oscar Tunjo. Nuovi arrivi per DKR con Belen Garcia e per Virage, che proporrà il campione in carica della Michelin Le Mans Cup, Julien Gerbi, e Bernardo Pinheiro. Anche Inter-Europol manterrà una Ligier nella categoria cadetta per Kai Askey, Pedro Perino ed Alexander Bukhantsov. Chiudono la lista i francesi dell’Ultimate.

ELMS_GT3

Infine le GT3, per la prima volta in lizza nella massima serie europea, dove vedremo in azione 11 vetture di quattro costruttori diversi. A farla la padrona le Ferrari, con ben 6 nuove 296, col ritorno di Formula Racing e Kessel insieme ad AF Corse, Spirit of Race e JMW e a GR Racing, già vista in azione lo scorso weekend in Asian Le Mans.

Le speranze di Porsche sono affidate a Proton Competition, con una 911 GT3 R per Claudio Schiavoni, e alle Iron Dames, che proporranno nuovamente Michelle Gatting. Gli ultimi campioni della GTE di Iron Lynx invece proporranno l’unica Lamborghini Huracan per Hiroshi Hamaguchi.

Due infine le Aston Martin per il Racing Spirit of Léman ed il campione della Le Mans Cup, Valentin Hasse Clot, e per il Grid Motorsport by TF con Martin Berry.

ELMS_logo_hor

L’European Le Mans Series, che ha recentemente variato il proprio logo, assimilandolo a quello del WEC, si ritroverà l’8/9 aprile 2024 a Barcelona per il consueto Prologo.

Piero Lonardo

Foto: ELMS

L’entry list ELMS 2024

394019005_365611419224575_4000355826720400204_n

ELMS – Varrone svetta nel rookie test di Portimao con AF Corse, ma da domani si prepara il futuro

Si chiude con una novità, il rookie test, l’ultimo weekend stagionale ELMS a Portimao. Nelle sei ore in programma tra mattino e pomeriggio si sono alternati alcuni tra i migliori talenti emergenti su LM P2, LM P3 e GT3.

Nella mattinata, caratterizzata – guarda un po’ – da nuovi acquazzoni, è stato Laurents Hörr a primeggiare con l’Oreca del DKR ed il tempo di 1.44.903 davanti a Nico Varrone. L’italo-argentino, recentemente promosso FIA gold ranked, potrebbe essere la novità in casa AF Corse per la stagione 2024, che dovrebbe vedere nuovamente ai nastri di partenza Francois Perrodo tra i Pro/Am.

Il neocampione GTE-Am WEC con Corvette ha poi svettato nel pomeriggio su pista asciutta col tempo di 1.33.451 davanti al messicano Sebastian Alvarez, già nella line-up DKR, invitato da IDEC Sport.

394691260_1552614408839440_6257997386733898273_n

Va detto che non c’è stato l’atteso debutto di Michael Fassbender su prototipo; anzi, l’attore-pilota potrebbe addirittura prendersi un 2024 sabbatico. Sulla vettura di Proton ha invece girato Matteo Cairoli, uno tra i nomi più contesi della prossima off-season: tante a quanto pare le opzioni sul piatto del pilota comasco, che potrebbero comprendere anche un clamoroso cambio di marchio.

395246743_329049669716338_4863330793504104769_n

Della partita anche Clément Novalak con Algarve Pro Racing. Dopo due stagioni e mezzo nel FIA F2, il 22enne transalpino, autore della terza prestazione della giornata, potrebbe essere ,il nome nuovo del team campione.

367978808_1794818374286167_8038252313547851765_n

Belen Garcia, l’unica rappresentante del gentil sesso a partecipare al test, ha terminato al top tra le LM P3 con la Duqueine del DKR.

Le uniche GT3 infine a girare nella giornata sono state le Ferrari 296 AF Corse con Duncan Cameron ed il gentleman brasiliano Custodio Toledio insieme al coach Rui Aguas.

Ma il programma più succoso della pista lusitana parte domani con una due giorni di test organizzata da Goodyear dove si mostreranno alcune tra le nuove GT3 per verificare i pneumatici del nuovo fornitore.

394766998_1598943773969894_2986577064814363168_n

395280485_3601395193448986_3763962123110680141_n

Oltre alle già citate Ford Mustang Proton e Lamborghini Iron Lynx, saranno presenti diverse novità: avvistate nei box la McLaren di United Autosports, la rinnovata Aston Martin Vantage pure destinazione WEC per i driver di Heart of Racing, ma anche la Lexus RC F GT3 di Akkodis ASP, le BMW M4 di WRT ed infine anche un’Audi R8 LMS GT3 EVO II di proprietà di Sainteloc, che girerà nelle mani del neocampione GT Open, Cristopher Haase.

395143667_857683812541214_6835001159590584941_n

Piero Lonardo

Foto: Alberto Manganaro

I risultati della Morning Session

I risultati della Afternoon Session