Archivi tag: Ford

WTR_GD

IMSA – A Porsche non basta la strategia: nel demolition derby di Detroit vince il WTR. AO Racing fa il bis in GTD Pro

Prima vittoria stagionale a Detroit per l’Acura #10 del WTR w/Andretti di Filipe Albuquerque e Ricky Taylor che nonostante l’ennesima strategia azzeccata dal Team Penske, chiude davanti alla Porsche di Nick Tandy e Mathieu Jaminet. Le strade della Motor City hanno dato vita ad una gara tanto spettacolare quanto dispendiosa in termini di danni alle vetture. Alla fine si conteranno cinque Full Course Yellow nei 100’ di gara, anche se i contatti sono stati ben di più.

Start_GT

In partenza già due defaillance per la Corvette in pole di Antonio Garcia e la Ford Mustang di Harry Tincknell, vittime di problemi tecnici; le due vetture riusciranno a ripartire ma con diversi giri di ritardo.

Davanti Nick Tandy mantiene la leadership derivante dalla pole position, mentre Dane Cameron con l’altra Porsche Penske perde due posizioni a favore di Filipe Albuquerque e Sebastien Bourdais. Philipp Eng, schizzato in quinta posizione con la BMW #24, viene considerato reo di aver cambiato traiettoria prima dello start e viene costretto ad un drive through. Tra le GTD Pro, unica altra categoria prevista nella showcase del Michigan, Jack Hawksworth insegue la Corvette superstite di Tommy Milner.

Presto si attuano le strategie specifiche per questa gara sprint ed in tanti si recano al pit. Il leader Tandy rimane fuori ma va a spingere l’incolpevole Daniel Serra con la Ferrari del Conquest Racing in curva 1 e gli viene assegnato un sacrosanto passaggio in pitlane, rovinando i piani del Team Penske.

L’ultima delle GTP a rifornire è la BMW #25 di Nick Yelloly, ma Connor de Philippi, subentrato al britannico, prima finisce a gomme fredde sulle protezioni nel tentativo di contenere Felipe Nasr, subentrato sulla 963 #7, poi al giro successivo fa tutto da solo e sbatte violentemente il posteriore, generando la seconda Full Course Yellow della giornata.

L’occasione è ghiotta per il Team Penske, che riesce con un tempismo perfetto a rimettere davanti la #6, ora con Mathieu Jaminet al volante. Al successivo restart, la Corvette di testa viene spinta nelle barriere dalla Lexus di Ben Barnicoat: gara finita per la Z06 GT3.R #4 e incredibilmente nessuna sanzione per il Vasser Sullivan.

Poche curve dopo Jack Aitken spinge la Porsche del JDC-Miller di Richard Westbrook, generando una melèe che blocca completamente curva 1. La Porsche di AO Racing frattanto approfitta per passare la Lexus e prendere la testa delle GTD Pro.

Porsche77_GD

Il sorpasso che vale la vittoria dopo poco più di un’ora di gara, con Rick Taylor che, al termine di un lungo inseguimento, riesce ad avere la meglio sulla Porsche di testa. Nelle posizioni retrostanti si tenta il tutto per tutto, col duello fra Nasr e Van der Zande per la terza piazza e poco oltre con Gianmaria Bruni e Aitken che hanno la meglio sulla BMW residua di Krohn.

Purtroppo l’alfiere di Action Express si rende protagonista di una nuova manovra oltre il limite, che provoca il ritiro del pilota romano, costretto ad arrestarsi nella via di fuga tra le curve 3 e 4. Negli ultimi minuti, mentre le posizioni della categoria top rimangono cristallizzate, un paio di incidenti ai danni della Ferrari #35, ricordiamo iscritta one-off, e alla McLaren di Pfaff Motorsport, modificano le posizioni di rincalzo delle GT a vantaggio dell’Aston Martin dello Heart of Racing, che va a completare il podio dietro a “Rexy” e alla Lexus #14.

In classifica generale, Dane Cameron e Felipe Nasr mantengono la leadership, mentre la coppia di Action Express viene scalzata in seconda posizione da Bourdais e Van der Zande, a -70 dai leader. In GTD Pro, l’ordine di arrivo permette a Priaulx ed Heinrich di allungare su Barnicoat ed Hawksworth, ora distanziati di 84 lunghezze.

L’attenzione dell’endurance mondiale ora si concentrerà su Le Mans; il WeatherTech SportsCar Championship tornerà subito dopo la classica della Sarthe, il 23 giugno, al Glen per la 6 Ore, di nuovo a ranghi completi, terza tappa inoltre della Michelin Endurance Cup.

Piero Lonardo

Foto: IMSA, Michelin Racing USA

L’ordine di arrivo

Porsche6

IMSA – A Detroit, uno-due in qualifica per Porsche e Corvette

Nick Tandy riporta la prima pole position dell’anno per Porsche nel WeatherTech SportsCar Championship sulle strade di Detroit. L’alfiere di Penske Motorsport ha fissato i cronometri sull’1.05.390 davanti al compagno di squadra Dane Cameron per 124 millesimi.

Seconda fila per Sebastien Bourdais e la Cadillac #01 davanti alle Acura del WTR w/Andretti di Filipe Albuquerque e Jordan Taylor. Solo P6 per Philipp Eng con la migliore delle BMW, autore fino a quel momento della migliore prestazione nella seconda sessione di libere.

Le V-Series.R, che avevano fin qui conquistato tutte le partenze al palo in stagione, hanno peraltro dovuto scontare anche la defaillance da parte di Pipo Derani, protagonista di un contatto a muro che ha chiamato in causa la direzione gara con bandiera rossa e la chiusura anticipata della sessione.

Vettes

Ed è uno-due anche per Corvette in GTD Pro, con Antonio Garcia davanti a Tommy Milner per 3 decimi col tempo di 1.09.227. Le due Z06 GT3.R hanno dominato anche le due sessioni di libere svoltesi in giornata.

Seconda fila per Jack Hakwsworth con la Lexus #14 e Seb Priaulx con la Porsche capolista di AO Racing, mentre la Ferrari di Conquest Racing, iscritta per un one-off sulle strade di Detroit, si deve accontentare della terza fila al fianco dell’Aston Martin dello Heart of Racing.

Domani lo start della showcase di 100’ è in programma a partire dalle 3.10 PM ET, vale a dire le 21.10 italiane, godibile come sempre sul sito IMSA e sui relativi canali social della serie.

Piero Lonardo

Foto: Porsche Motorsport, Michelin Racing USA

I risultati delle Libere 1

I risultati delle Libere 2

I risultati delle Qualifiche

Det_Start2023_gd

IMSA – Nel weekend si torna sulle strade di Detroit

Nel weekend torna in scena il WeatherTech SportsCar Championship con la seconda showcase stagionale condivisa con l’IndyCar sulle strade di Detroit. A differenza del primo appuntamento sulla distanza dei 100’ di Long Beach, saranno protagoniste, oltre alle GTP, le GTD Pro.

Tra le 10 LMDh in lista, da segnalare il ritorno di Bent Viscaal sulla Porsche 963 di Proton Competition al fianco di Gianmaria Bruni. Il parco delle GTD Pro invece, cresce di due unità. Come in California, il Vasser Sullivan schiererà due Lexus, però in questo caso non mischierà i due equipaggi, con Jack Hawksworth sempre al fianco di Ben Barnicoat sulla RC F GT3 #14, mentre Parker Thompson e Frankie Montecalvo correranno col numero 15.

Torna una Ferrari infine nella categoria grazie a Conquest Racing, che affiancherà il factory driver Daniel Serra ad Albert Costa. Alex Riberas tornerà al volante dell’Aston Martin dello Heart of Racing.

Diffuso anche il Balance of Performance dell’evento. Tra le GTP, appesantite le Cadillac di ben 6 kg, e ridotta anche la potenza massima da 515 a 512 kW. 1 kg extra invece per le Porsche, che manterranno invece la potenza massima precedente. Ridotte invece a tutti e quattro i costruttori invece per quanto riguarda l’energia massima per stint, ridotta di 10 MJ per le Acura e di 7 MJ per Cadillac e Porsche. Un solo MJ in meno invece per le BMW. Ridotti infine anche tutti i rapporti di rifornimento. Nessuna modifica invece al BoP delle GT rispetto all’ultimo appuntamento di Laguna Seca.

L’evento si svilupperà su due giorni, con libere e qualifiche venerdì 31 maggio e la gara sabato 1° giugno alle 3.10 PM ET, le 21.10 italiane, preceduta da un breve warm-up mattutino. Qualifiche e gara saranno come sempre fruibili gratuitamente sul sito IMSA e sui relativi canali social.

Piero Lonardo

Foto: IMSA

L’entry list di Detroit

Merc2

GTWC Europe – Mercedes chiude in bellezza i test di Spa

Sono state le Mercedes le protagoniste della seconda ed ultima giornata del Prologue della 24h di Spa. La AMG GT3 #2 del Team GetSpeed condotta da Jules Gounon, Fabian Schiller e Luca Stolz ha siglato il best lap al mattino in 2.17.965, per poi migliorarsi nella quarta ed ultima sessione con 2.17.405.

Il dominio del marchio di Stoccarda si è concretizzato con sette vetture davanti a tutti nel terzo turno e sei nel quarto, un dominio significativo dopo la migliore prestazioni ottenuta ieri dalla BMW #32 del WRT.

A seguire nella lista complessiva dei tempi, la Mercedes #48 dell’AMG Team MANN-Filter di Lucas Auer, Maro Engel e Daniel Morad, l’altra AMG del Winward Racing Mercedes #57, leader in Silver Cup e gli australiani di Triple Eight JMR Mercedes #888 iscritti in PRO AM, uniche vetture a scendere sotto i 2’18″.

P7 per la Ferrari 296 GT3 di Kessel Racing condotta da John Hartshorne, Chandler Hull, Ben Tuck e Phil Keen, al top fra i Bronze.

I protagonisti del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS Endurance Cup torneranno nelle Ardenne a fine giugno per l’edizione del centenario della 24h di Spa, mentre diversi piloti dell’Intercontinental GT Challenge si recheranno la prossima settimana prossima in Germania per la 52ma edizione della 24h del Nürburgring.

Luca Pellegrini

Foto: GTWC Europe

McL159_

GTWC Europe – Test Spa Session 2: Una McLaren svetta nel pomeriggio

Una McLaren prende la vetta della seconda sessione del Prologue della 24h di Spa. La 720S GT3 #159 del Garage 59, affidata a Benjamin Goethe, Tom Gamble e Dean MacDonald è risultata la più veloce del turno col tempo di 2.28.821.

La sessione è stata preceduta da un forte temporale, poi succeduto, una volta che la pista si stava asciugando, da ulteriori acquazzoni  che hanno impedito agli equipaggi di ottenere tempi di rilievo.

Tresor Attempto Racing Audi #88, leader in Gold, ha siglato il secondo crono davanti alla Lamborghini #163 GRT Grasser Racing Team ed alla temibile Ferrari #51 AF Corse Francorchamps Motors di Alessandro Pier Guidi, Davide Rigon ed Alessio Rovera.

Domani in programma due ulteriori sessioni di test prima che l’attenzione dalla serie si sposti sull’edizione del centenario della gara, in programma dal 26 al 30 giugno.

Luca Pellegrini

Foto: GTWC Europe

Weerts32

GTWC Europe – A Misano, in Gara 2 è sempre vittoria BMW con Weerts e Vanthoor

Una BMW del WRT domina e vince dalla pole anche la race-2 di Misano Adriatico nel Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS Sprint Cup. Questa volta è toccato a Charles Weerts e Dries Vanthoor, che hanno fatto la differenza sin dal via precedendo Maro Engel/Lucas Auer (Winward Racing Team MANN-FILTER  Mercedes #48) e Maxime Martin/Valentino Rossi (Team WRT BMW #46), vincitori 1 nel pomeriggio di Gara 1.

Il recap della gara

Charles Weerts (WRT BMW #32) ha controllato la partenza dalla pole su Lucas Auer (Winward Racing Team MANN-FILTER  Mercedes #48) e Giacomo Altoé (Emil Frey Racing Ferrari #69), che lo seguivano sulla griglia di partenza.

A seguire nelle prime fasi di gara, caratterizzati da una Safety Car per un problema alla Porsche #44 Schumacher CLRT e all’Aston Martin #7 Comtoyou Racing, Valentino Rossi, all’attacco con la propria BMW M4 GT3 #46 dopo l’affermazione nella race-1.

Maxime Martin, subentrato al Dottore, dopo la sosta ai box si è ritrovato secondo alle spalle di Lucas Auer, beffando la 296 GT3 dell’Emil Frey Racing grazie ad una sosta perfetta.

Martin ha quindi iniziato a sfidare Engel sotto i riflettori del Misano World Circuit; il duello ha permesso alla Rossa #69 di Thierry Vermeulen di rientrare, ma le ultime tornate non hanno modificato le posizioni di testa, con Engel a mantenere la seconda piazza davanti a Martin e alla Ferrari #69 dell’Emil Frey Racing. Superiori a tutti Charles Weerts/Dries Vanthor #32, vincitori per la quinta volta nelle ultime otto sfide disputate a Misano.

Rutronik Racing Porsche #96, Garage 59 McLaren #159, Emil Frey Racing Ferrari #14, Madpanda Motorsport Mercedes #90 e Boutsen VDS Mercedes #9 seguono nell’ordine davanti al vincitore Silver Calan Williams/Sam De Haan Team (WRT BMW #30).

Gold Cup

Simon Gachet/Lucas Legeret (Concept Sport Automobile Racing  Audi #111) ottengono la prima affermazione nella categoria imponendosi in scioltezza davanti a Max Hofer/Luca Engstler   (LIQUI MOLY Team Engstler by OneGroup Lamborghini  #6) e a Paul Evrard/Gilles Magnus (Sainteloc Racing Audi #25).

Silver Cup

Decimo posto overall, primo in Silver per la coppia composta da Calan Williams/Sam De Haan Team (WRT BMW #30). Weekend perfetto in Italia per la coppia di Vincent Vosse, al top davanti a Ivan Klymenko /Gilles Stadsabader (Sainteloc Racing Audi #26) e a Jeff Machiels/Sean Hudspeth ( AF Corse Ferrari #52).

Bronze Cup

Prima affermazione in Bronze Cup in stagione per Eddie Cheever III/Jonathan Hui  (Sky Tempesta Racing Ferrari #93). La coppia ha dominato la gara chiudendo davanti a Dan Harper/Darren Leung (Century Motorsport BMW #991) e a Ugo de Wilde/Dmitry Gvazava (Imperiale Racing Lamborghini #85).

Prossimo round del GTWC Europe Sprint il 21 luglio ad Hockenheim, mentre l’Endurance Cup tornerà a Spa-Francorchamps per la leggendaria 24h valida sempre anche per l’Intercontinental GT Challenge. Lunedi 21 e martedi 22 maggio le vetture saranno già sul tracciato delle Ardenne per il Prologo, in attesa dell’edizione del centenario, in programma a fine giugno.

Luca Pellegrini

Foto: GTWC Europe

Valewin_GD (1)

GTWC Europe – Rossi non fallisce a Misano in Gara 1

Valentino Rossi e Maxime Martin si aggiudicano la race-1 si Misano del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS Sprint Cup 2024. Dalla pole al successo per la BMW M4 GT3 #46, meritatamente a segno davanti ai teammates Charles Weerts/Dries Vanthoor #32 e a Thierry Vermeulen/Giacomo Altoè  (Emil Frey Racing Ferrari #69).

Il recap della gara

Start_Race1

Maxime Martin (WRT BMW #46) al via si è involato nei confronti di Marvin Dienst  e della Porsche Dinamic GT #54, il migliore in qualifica della Bronze Cup, il quale si è portato subito in seconda posizione.

Il portacolori della squadra tricolore ha beffato prima della Variante del Parco la Ferrari 296 GT3 #14 Emil Frey Racing di Ben Green e l’Aston Martin #7 ComToYou Racing di Mattia Drudi.

Dries Vanthoor dal canto suo ha presto agguantato la terza piazza alle spalle di Dienst. Il tre volte titolato non è però riuscito ad impensierire la vettura di Dinamic GT che saldamente ha mantenuto la posizione fino ai box.

Martin ha ceduto il testimone a Valentino Rossi, come Vanthoor ha passato il volante a Charles Weerts. Il compagno di squadra del WRT ha però provato a minacciare il primato del Dottore, e la battaglia si è infiammata negli ultimi minuti.

La BMW #46 ha comunque mantenuto il comando sulla vettura gemella sino alla fine, cogliendo il primo acuto del 2024 ed il secondo di sempre per l’accoppiata italo-belga. Thierry Vermeulen/Giacomo Altoè  (Emil Frey Racing Ferrari #69) si sono dovuti accontentare della terza piazza dopo una lunga rimonta dalla 11ma posizione di partenza.

Konsta Lappalainen/Ben Green, iscritti con la seconda Ferrari targata Emil Frey Racing #14, hanno invece beffato  Maro Engel/Lucas Auer  (Winward Racing Team MANN-FILTER  Mercedes #48), in rimonta dal cuore dello schieramento, per la quarta piazza.

Calan Williams/Sam De Haan (Team WRT BMW #30) concludono sesti assoluti e primi in Silver Cup, il binomio ha beffato Rutronik Racing Porsche #96, Garage 59 McLaren #159, Boutsen VSD Mercedes #9 e Comtoyou Racing Aston #7.

Gold Cup

Affermazione con 1″ di margine da parte di  Paul Evrard/Gilles Magnus (Sainteloc Racing Audi #25) nei confronti di Max Hofer/Luca Engstler (LIQUI MOLY Team Engstler by OneGroup Lamborghini  #6). Un testacoda nella parte iniziale della prova ha limitato l’equipaggio della Huracàn, che ha comunque concluso a podio davanti a Salih Yoluc/Charlie (Eastwood Racing Team Turkey Ferrari #51).

Silver Cup

Calan Williams/Sam De Haan (Team WRT BMW #30) senza avversari in Silver Cup, semplicemente superiori alla concorrenza. Jef Machiels/Sean Hudspeth  (AF Corse Ferrari #52) e Reece Barr/Magnus Gustavsen (Winward Racing Mercedes #57) hanno concluso nell’ordine, rispettivamente in seconda e terza piazza di categoria.

Bronze Cup

Primo successo in Bronze Cup per Marvin Dienst/Philipp Sager. La coppia di Dinamic GT Porsche #54 ha dominato la scena nel primo stint, Sager ha successivamente concretizzato l’ottimo lavoro del tedesco, chiudendo 14mi assoluti.

Ugo de Wilde/Dmitry Gvazava (Imperiale Racing Lamborghini #85) e Andrey Mukovoz/ Dylan Pereira (Tresor Attempto Racing Audi #66) completano il podio di classe, dopo l’infruttuoso attacco alla leadership da parte di Darren Leung con la BMW #991 di Century Motorsport.

Nella serata odierna gara-2, a partire dalle 21.00

Luca Pellegrini

Foto: GTWC Europe

Poles

GTWC Europe – WRT senza rivali nelle qualifiche di Misano

WRT domina la scena nella notte di Misano nelle qualifiche del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS Sprint Cup. Maxime Martin #46 e Charles Weerts #32 sono stati i più competitivi, rispettivamente in vista di race-1 e 2.

Q1

Maxime Martin (WRT BMW #46) ha segnato la migliore prestazione con 1.31.437 strappando la pole a Dries Vanthoor. Il #32 del Team WRT ha perso il primato dopo la verifica del track limits, e sarà costretto a partire dalla quinta casella.

Alle spalle della BMW condivisa con Valentino Rossi, Ben Green (Emil Frey Racing Ferrari #14), autore della pole a Brands Hatch, ad appena 37 millesimi dal polesitter. A seguire Mattia Drudi (ComToYou Aston Martin #7) e Marvin Dienst (Dinamic GT Porsche #54), leader in Bronze Cup.

Buona serata anche per Calan Williams (WRT BMW #30) e Lucas Légeret (CSA Racing Audi #111), leaders in Silver e Gold Cup. Difficoltà, invece, per Boutsen VDS #9 e Winward Mercedes #48, entrambi out dalla Top15.

Q2

BMW e WRT hanno confermato la superiorità mostrata in Q1 siglando la pole con Charles Weerts, il quale ha fatto la differenza con 28 millesimi di scarto nei confronti di  Lucas Auer (Winward Racing Team MANN-FILTER  Mercedes #48).

Ferrari si colloca in terza piazza con Giacomo Altoé (Emil Frey Racing Ferrari #69), a precedere il leader in Gold Cup Simon Gachet (CSA Racing Audi #111) e Valentino Rossi con la seconda BMW M4 GT3 del Team WRT.

Benjamin Goethe (Garage 59 McLaren #159) e Patrick Niederhauser (Rutronik Racing Porsche #96) seguono nell’ordine, Sainteloc Racing si distingue in Silver ed in Gold rispettivamente con Ivan Klymenko #26 e Gilles Magnus #25.

Domani in programma le due gare, con partenza alle 14.00 e alle 21.00

Luca Pellegrini

Foto: GTWC Europe

AudiHaase

GTWC Europe – Misano Pre Qualifying: Haase porta in alto l’Audi

Tresor Attempto Audi #88 svetta negli ultimi minuti delle Pre Qualifying di Misano Adriatico del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS Sprint Cup grazie all’ottima prestazione di Christopher Haase. Il veterano tedesco ha abbattuto di 95 millesimi il best lap della BMW M4 GT3 #32 Team WRT, leader a lungo con la coppia composta da Dries Vanthoor/ Charles Weerts.

Dinamic GT Porsche #54 si conferma leader in Bronze Cup e tra i migliori tre dello schieramento con Marvin Dienst. Il tedesco, primatista nelle prime libere, ha tenuto testa alla McLaren #159 del Garage 59, all’altra Audi #99 di Tresor Attempto Racing, alla BMW #991 iscritta in Bronze Cup di Century Motorsport, e all’Aston Martin #7 di ComToyYou che seguono nella lista dei tempi.

Sainteloc Racing #25 ha firmato il giro migliore in Gold Cup, mentre WRT BMW #30 ha fatto la differenza in Silver Cup con l’ottavo tempo assoluto dopo la seconda ed ultima sessione di libere del week-end.

Appuntamento alle 21.10 sotto le luci del Misano World Circuit Marco Simoncelli per le qualifiche. Da segnalare la potenziale assenza di Tom Fleming (AF Corse Ferrari #71 – Silver Cup), trasportato in ospedale per accertamenti dopo l’impatto di questa mattina in curva 4.

Luca Pellegrini

Foto: GTWC Europe

Weerts

GTWC Europe – Esclusivo: ai nostri microfoni Charles Weerts

Approfittando del weekend del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS Sprint Cup, abbiamo avuto la possibilità di scambiare due parole con Charles Weerts, pilota del Team WRT.

Charles, ormai tu sei uno specialista del tracciato romagnolo: “A Misano storicamente abbiamo vinto tanto insieme a Dries (Vanthoor), anche se manca ancora l’affermazione con BMW, ci siamo arrivati vicino l’anno scorso. La sosta ai box non ci ha permesso di vincere, al contrario abbiamo primeggiato a Brands Hatch ad inizio mese.”

La stagione 2024 è iniziata nel migliore dei modi: “Si, la stagione è iniziata bene nello Sprint con la vittoria, ma non con l’Endurance Cup. Una foratura al Paul Ricard ci ha tradito, mentre in Inghilterra siamo stati bravi ad essere competitivi nonostante un’equivalenza delle prestazioni non perfetta. Purtroppo nella race-2 abbiamo faticato, superare non è semplice soprattutto se non ci sono neutralizzazioni. Ora siamo secondi in campionato, vedremo cosa accadrà questo fine settimana con tante auto competitive. Credo che in ogni caso sarà un weekend interessante”

Cosa ne pensi della scelta degli organizzatori di correre in notturna?  “Non ho mai guidato di notte a Misano, sarà interessante da scoprire. Ho corso più volte e vinto in questa pista, ma dovrò scoprire come sarà in notturna. Guarderò qualche onboard del passato prima del fine settimana.” Ci sono anche le qualifiche… “In questo caso il traffico può essere una variabile a Misano, avere 30 auto e solo 10 minuti di tempo non è facile trovare spazio. La situazione è la medesima per tutti, vedremo cosa accadrà nella sessione di questa sera.” 

A seguire ?  “Dopo Spa sarò al Nürburgring per una nuova sfida. Ho corso nel NLS lo scorso anno ed ora ho disputato qualche test. Sicuramente ho meno esperienza dei miei compagni di box Dan Harper e Max Hesse, indubbiamente ci sono piloti che conoscono meglio l’evento e questo è un fattore da valutare. La pista è favolosa, adoro effettuare la sezione dal Karusel alla Stefan Bellof S “

Intervista raccolta da Luca Pellegrini

Foto: GTWC Europe